categorie k2

MOZIONE CONCLUSIVA ECO-CIVICI E VERDI EUROPEI

Mercoledì 19 Giugno 2013 14:43

Autore: Amministratore

ECO-VIVICI E VERDI EUROPEI

Roma, 4 maggio 2013

M O Z I O N E

L'Assemblea federale nazionale degli "Eco-civici e Verdi europei",
riunita a Roma sabato 4 maggio 2013,
dopo amplissima discussione,
- preso atto dell'insufficiente radicamento territoriale, nel quadro nazionale, del processo di formazione del soggetto politico federato degli "Eco-civici e Verdi europei";
- riconosciuta comunque la validità e l'importanza delle esperienze realizzate in alcune decine di realtà locali;
- confermando la validità strategica della Costituente ecologista, che dal 2010 in poi ha visto la collaborazione dei diversi soggetti ecologisti e civici insieme alla Federazione dei Verdi;
- individuando la necessità di promuovere la convergenza in tempi rapidi dei due percorsi nel progetto di rilancio di un unico soggetto politico ecologista, civico e verde sul piano nazionale e nella dimensione dei Verdi europei;
- ringraziando tutte le persone che, a livello nazionale e locale, in questi anni hanno profuso il proprio impegno prezioso e determinato, e auspicando che questo impegno continui e si intensifichi, sia pure in forme diverse;

D E C I D E
1. di dichiarare conclusa, nelle forme attuali, l'esperienza degli "Eco-civici e Verdi europei";

2. di valorizzare le realtà organizzate delle Agorà attualmente presenti sul territorio nella prospettiva di un soggetto politico unificato ecologista, civico e verde e di un arricchimento programmatico e progettuale, politico e culturale;

3. di dare la disponibilità a contribuire – in collaborazione con la Federazione dei Verdi e anche attraverso la libera e volontaria adesione ai Verdi – alla costruzione di un percorso condiviso, per individuare le modifiche del nome e delle norme statutarie e regolamentari necessarie a garantire la fase di convergenza, se necessario anche con opportune disposizioni transitorie;

4. di auspicare che le caratteristiche statutarie del soggetto politico ecologista, civico e verde assumano sempre più un carattere federalista, basato sul principio di sussidiarietà, su una forte autonomia delle realtà territoriali e su una struttura federativa nazionale agile e "leggera";

5. di richiedere al nuovo soggetto ecologista, civico e verde – quale uscirà dalla prossima Assemblea congressuale della Federazione dei Verdi, con le nuove caratteristiche organizzative e statutarie – di farsi carico collettivamente degli aspetti finanziari (seimila euro) ancora sospesi del percorso della Costituente ecologista;

6. di assumere tutte le iniziative, conseguenti ai punti precedenti del dispositivo, per l'attuazione della presente Mozione anche sul piano tecnico-giuridico e contabile.

APPROVATA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA
CON NESSUN VOTO CONTRARIO E CINQUE ASTENUTI

MOZIONE CONCLUSIVA ECO-CIVICI E VERDI EUROPEI

Mercoledì 19 Giugno 2013 14:43

Autore: Amministratore

ECO-VIVICI E VERDI EUROPEI

Roma, 4 maggio 2013

M O Z I O N E

L'Assemblea federale nazionale degli "Eco-civici e Verdi europei",
riunita a Roma sabato 4 maggio 2013,
dopo amplissima discussione,
- preso atto dell'insufficiente radicamento territoriale, nel quadro nazionale, del processo di formazione del soggetto politico federato degli "Eco-civici e Verdi europei";
- riconosciuta comunque la validità e l'importanza delle esperienze realizzate in alcune decine di realtà locali;
- confermando la validità strategica della Costituente ecologista, che dal 2010 in poi ha visto la collaborazione dei diversi soggetti ecologisti e civici insieme alla Federazione dei Verdi;
- individuando la necessità di promuovere la convergenza in tempi rapidi dei due percorsi nel progetto di rilancio di un unico soggetto politico ecologista, civico e verde sul piano nazionale e nella dimensione dei Verdi europei;
- ringraziando tutte le persone che, a livello nazionale e locale, in questi anni hanno profuso il proprio impegno prezioso e determinato, e auspicando che questo impegno continui e si intensifichi, sia pure in forme diverse;

D E C I D E
1. di dichiarare conclusa, nelle forme attuali, l'esperienza degli "Eco-civici e Verdi europei";

2. di valorizzare le realtà organizzate delle Agorà attualmente presenti sul territorio nella prospettiva di un soggetto politico unificato ecologista, civico e verde e di un arricchimento programmatico e progettuale, politico e culturale;

3. di dare la disponibilità a contribuire – in collaborazione con la Federazione dei Verdi e anche attraverso la libera e volontaria adesione ai Verdi – alla costruzione di un percorso condiviso, per individuare le modifiche del nome e delle norme statutarie e regolamentari necessarie a garantire la fase di convergenza, se necessario anche con opportune disposizioni transitorie;

4. di auspicare che le caratteristiche statutarie del soggetto politico ecologista, civico e verde assumano sempre più un carattere federalista, basato sul principio di sussidiarietà, su una forte autonomia delle realtà territoriali e su una struttura federativa nazionale agile e "leggera";

5. di richiedere al nuovo soggetto ecologista, civico e verde – quale uscirà dalla prossima Assemblea congressuale della Federazione dei Verdi, con le nuove caratteristiche organizzative e statutarie – di farsi carico collettivamente degli aspetti finanziari (seimila euro) ancora sospesi del percorso della Costituente ecologista;

6. di assumere tutte le iniziative, conseguenti ai punti precedenti del dispositivo, per l'attuazione della presente Mozione anche sul piano tecnico-giuridico e contabile.

APPROVATA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA
CON NESSUN VOTO CONTRARIO E CINQUE ASTENUTI

Quelle di Berlusconi contro Ingroia sono parole che pesano come pietre scagliate da chi disprezza la giustizia e chi ha impegnato la vita nella lotta alla mafia. E’ possibile che chi ha portato sul lastrico l’Italia possa permettersi di definire un magistrato che ha speso la vita nella lotta contro Cosa nostra un cancro della
...

Pannella senatore a vita

Venerdì 04 Gennaio 2013 13:26

Autore: Angelo Bonelli

Dopo un’esistenza spesa per i diritti civili, come sul referendum per il divorzio, per l’aborto e per chi soffre la condizione disumana del carcere Marco Pannella dev’essere nominato senatore a vita.

...

Ilva: basta con gli spot

Venerdì 04 Gennaio 2013 17:03

Autore: Angelo Bonelli
I magistrati di Taranto hanno il nostro pieno sostegno perché il decreto salva Ilva non solo è incostituzionale sotto più profili ma autorizza l’azienda ad inquinare. E’ gravissimo che il governo sia intervenuto per legalizzare l’inquinamento e per bloccare l’azione della magistratura che è intervenuta, nel pieno rispetto d
...
I Verdi hanno deciso di sostenere la Rivoluzione civile di Antonio Ingroia per un’Italia equa e per archiviare definitivamente le scelte del governo Monti che hanno demolito le politiche ambientali nel nostro Paese, impoverito i cittadini e fatto crescere a dismisura la povertà usando i sacrifici degli italiani per pagare i debiti delle
...

Monti all’inseguimento di Berlusconi

Domenica 06 Gennaio 2013 16:55

Autore: Angelo Bonelli
Monti parla come Berlusconi solo che si è vestito da democristiano. Perché il presidente del Consiglio non è intervenuto sull’IMU che ha impoverito le famiglie quando governava invece di usare la tassa sulla casa come argomento in campagna elettorale. A Monti, da presidente del Consiglio il Parlamento ha consentito tutto, anche decreti
...

In tantissimi nelle ultime settimane mi avete domandato come i Verdi si sarebbero posti alle prossime elezioni, chi avremmo sostenuto, quali alleanze avremmo favorito. Con moltissimi ci siamo confrontati, come facciamo da tempo, attraverso riunioni dal vivo e dibattiti sul web.

Abbiamo deciso insieme di sostenere chi sostiene le ragioni

...

I dati dell’Istat (37% di disoccupazione giovanile) certificano ancora una volta che il governo Monti si è dedicato solo ed esclusivamente alle lobby ed ai poteri abbandonando a se stessi giovani, pensionati e famiglie che da soli hanno dovuto pagare il conto della crisi. E’ necessario che l’Italia avvii politiche industriali che

...

Una Tav “feroce”

Lunedì 14 Gennaio 2013 12:10

Autore: Angelo Bonelli
Dietro il progetto della Torino-Lione c’è una ferocia ideologica che nasconde la volontà di sperperare denaro pubblico per un’opera inutile e dannosa e che sarebbe un doppione di una linea ferroviaria esistente e sottoutilizzata. Monti ha mai letto il progetto della Tav in Val di Susa o ha intenzione di fare la campagna elettorale solo
...
Pagina 1 di 552