DECALOGO PER UNA BUONA POLITICA

“DECALOGO PER UNA BUONA POLITICA”
Linee guida per la formazione dello statuto del nuovo soggetto politico

1) Un movimento politico nuovo

- momento grave per la disaffezione all’impegno politico e la distanza fra una classe dirigente, le istituzioni e i cittadini

- la riforma della politica, il suo rinnovamento quale condizione per una riforma dell’intera società

- l’ispirazione democratica e la volontà di partecipazione quali basi del nuovo soggetto politico

- l’esperienza individuale è un pregio, la storia individuale una ricchezza

- l’apporto dei movimenti territoriali, civici, comitati ambientali e associazioni impegnate nel sociale, rappresentano un metodo nuovo di costruzione del soggetto collettivo

- un movimento collettivo basato su principi quali la trasparenza, onestà, buonsenso, concretezza e in primo luogo spirito di servizio per la propria comunità

2) I valori fondanti

- lo spirito di servizio e senso del dovere

- trasparenza e coerenza

- integrità e sobrietà delle persone

- il rispetto della legalità e delle regole, contrastando ogni forma di connivenza con le attività di tutte le mafie

- partecipazione diretta e coinvolgimento nelle scelte

- cultura democratica e solidarista

- la pacatezza nel confronto politico e il riconoscimento del giusto da qualunque parte provenga

3) I valori operativi (intesi come modelli di comportamento)

- la responsabilità e la trasparenza (rispondere delle scelte e degli atti compiuti)

- la tempestività nelle decisioni e nell’operatività (dovere di decidere in tempi giusti e di agire e dare risposte alla con testualità delle situazioni)

- efficienza (ricercare l’equilibrio fra le risorse impiegate e disponibili, gli obbiettivi e i risultati conseguiti)

- efficacia (cioè la capacità di raggiungere le finalità e gli obiettivi previsti)

4) Le modalità di adesione

- al movimento politico si aderisce attraverso la sottoscrizione del documento denominato “Carta degli intenti” attraverso eventuali documenti analoghi a livello territoriale qualora i comitati regionali e locali lo ritengano opportuno

- le adesioni possono essere individuali per tutti coloro che sono residenti in Italia

- le adesioni possono essere collettive attraverso la sottoscrizione della “Carta degli intenti” da parte del rappresentante del movimento, lista civica, associazione o comitato

- la costituzione di una rete di tali movimenti rappresenta un fondamento per il nuovo soggetto politico collettivo

- è ammessa la partecipazione di persone aderenti anche ad altri movimenti politici purché quest’ultimi siano compatibili con i principi della Carta degli Intenti

- possono aderire i giovani con almeno 16 anni d’età

5) Un movimento aperto ai giovani

- un movimento aperto ai giovani ove si prevedono forme esplicite di partecipazione all’attività politica organizzata ai vari livelli

- un movimento che va ad incentivare la loro partecipazione quale portatrice di interessi collettivi

- al fine di favorire il ricambio dei rappresentanti negli organismi politici si fissa il limite dei due mandati a tutti i livelli sostenendo e intervenendo affinchè ciò avvenga anche ai livelli istituzionali

6) Parità di genere

- Un movimento politico che riconosce la parità di genere quale elemento fondante affinchè ciò avvenga con regole chiare finalizzate alla rappresentanza di genere

- un movimento politico che si impegna affinchè ai livelli istituzionali e nell’economia intervengano modifiche legislative finalizzate alla rappresentanza di genere

7) Un’organizzazione basata sul federalismo interno

- lo statuto che verrà approvato dall’assemblea fondativa dopo un percorso democratico partecipato costituirà un’Assemblea Federale, luogo delle decisioni e delle elaborazioni politiche, basata su collegi di rappresentanza territoriale regionale determinata in base al numero dei residenti e in futuro anche con i risultati degli elettori del movimento alle elezioni politiche

- tale principio sarà valido anche per i livelli inferiori (province, vallate, città metropolitane) con la loro facoltà di proporre una diversa organizzazione

- possibilità della presenza di un Comitato di Garanti, a salvaguardia dei principi democratici e del buon funzionamento del soggetto politico, a tutti i livelli, nazionale, regionale e provinciale con la facoltà di istituirlo a livello locale

- negli organismi politici è prevista la facoltà di far partecipare gli eletti nelle istituzioni purchè non superino il 25% della rappresentanza complessiva

- il movimento politico si sosterrà anche sulla base di un autofinanziamento volontario con una gestione separata ai vari livelli

8) Un movimento politico di uguali

- un movimento politico che si fonda sulla partecipazione ed eguaglianza di tutti i cittadini, cioè su tutti coloro che riconoscono i suoi valori fondanti, progetti politici e iniziative concrete

- un movimento politico che oltre alle tradizionali forme della politica (convegni, assemblee, riunioni ecc) utilizza la democrazia elettronica (forum, blog, sondaggi ecc)

9) Un movimento politico aperto e solidale

- un movimento politico che assicura la partecipazione a tutti gli stranieri residenti in Italia per motivi di lavoro o di studio, in tutti i livelli territoriali in cui svolge la sua attività

- un movimento politico che si impegna a sostenere i diritti di cittadinanza degli stranieri anche come elettorato attivo e passivo con opportune iniziative legislative

10) La presenza nelle istituzioni

- un movimento politico che ritiene come le forme della democrazia diretta e della democrazia partecipativa vadano rivitalizzate e sostenute

- gli eletti nelle varie istituzioni dovranno partecipare attivamente all’attività del movimento politico stabilendo un rapporto continuativo con la propria comunità, elettori e organismi politici

- a tal fine agli eletti verrà chiesto annualmente una relazione sull’attività svolta e sugli obiettivi dell’attività da svolgere così come una relazione di fine mandato