Giovedì 24 Maggio 2012 13:53

PER LA LEGALITA' E LA TRASPARENZA DEL CICLO DEI RIFIUTI

Valuta questo articolo
(0 voti)

Comunicato di Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei Lombardia

E' scaduto lunedi scorso il termine per la presentazione delle offerte relative all'appalto per il nuovo servizio di nettezza urbana. E' ovvio che la presenza di piu' concorrenti e' vantaggiosa per i cittadini, poichè i soggetti concorrenti cercano di offrire sconti maggiori. Per come è organizzato economicamente il servizio a Como, all'offerta economicamente più vantaggiosa corrisponde un minore costo del servizio per il Comune e, a cascata, minori costi anche per il contribuente.

Da anni il servizio è stato prorogato ad Econord con procedure opinabili, ma anche quando l'azienda è risultata esclusa dalle gare ha continuato a gestire il servizio. Stamane si sono presentate in tre: Econord insieme ad Aimeri, Aprica e Tradeco. Sono scoppiate subito le scintille in particolare tra Econord  e Tradeco, ma soprattutto si cominciano ad intravedere i contorni di una vicenda che puo'essere molto complicata , in primis per la commissione giudicatrice.

Nonostante siano state spesso in passato in guerra tra loro e benchè posseggano ciascuna requisiti propri per partecipare singolarmente alla gara, EconorD-Aimeri hanno deciso di presentarsi insieme in Associazione Temporanea di Impresa, cosa legittima benche' opinabile sul piano della concorrenza libera e soluzione rispetto alla quale il Garante della concorrenza potrebbe aprire un procedimento. D'altro canto la Tradeco di Altamura e' stata al centro di complicate vicende in tema di affidamento appalti rifiuti.

Il piatto e' succoso, i soldi pubblici in ballo tantissimi ed il servizio strategico. Speriamo che si possa arriva presto ad una soluzione positiva per la citta' , nel rispetto della legalita' e della trasparenza.

Aggiornamento: Una delle tre aziende che martedì mattina hanno formalizzato un'offerta, la Tradeco di Altamura, in Puglia, risulta implicata in una inchiesta della Procura di Bari nientemeno che per traffico illecito di rifiuti...leggi l'articolo


Ultima modifica Sabato 26 Maggio 2012 15:44

Lascia un commento

Inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*).