CONSULTAZIONE SUL SIMBOLO DELLA NUOVA RETE FEDERATA ECOLOGISTA E CIVICA

CIRCOLIPrimarie del Simbolo: Risultati | Materiali

 

puntatoreENTRA...

 

CIRCOLI TERRITORIALI

CIRCOLIAttività dei Circoli:
Composizione, cosituzione e attività dei Circoli...

puntatoreENTRA...

 

MATERIALI

materialiScarica Manifesti | Simbolo | Moduli | Volantini...


puntatoreENTRA...

APPUNTAMENTI

LINK UTILI

LINK UTILI

puntatoreENTRA...

Amministratore

Amministratore

K2_DATE_FORMAT_LC2

Voto, Rottamatori al palo

image Le elezioni hanno sancito la crisi dei renziani, sconfitti al test di Trani.image
imageimage


imageimage ...
image In 120 secondi otto anni di lavori per la ricostruzione.image
imageimage


imageimage ...
image Dopo le amministrative, è necessara un'evoluzione verso il socialismo europeo.image
imageimage


imageimage ...

Società civile sia rappresentata nelle istituzioni. Noi vogliamo colmare il vuoto dei partiti

 

Nel periodo di transizione che porterà all’Assemblea programmatica e statutaria di Giugno, il comitato di coordinamento politico di “Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei” ha deciso per la nomina di un portavoce uomo e di uno donna del movimento, secondo il principio della parità dei sessi: si tratta di Michele Dotti e Mary Luppino.

 

Fra i primi promotori della nascita del movimento federato “Ecologisti e Reti civiche-Verdi Europei”, Michele Dotti, originario di Faenza in provincia di Ravenna, ha 38 anni ed è educatore, formatore e scrittore. Da anni promuove laboratori didattici sull'educazione alla mondialità, all'intercultura, alla pace e tiene corsi di formazione per insegnanti. E’ stato per anni volontario con l'ONG Mani Tese in Africa, gestisce un blog personale, uno spazio sul FattoQuotidiano.it ed è autore di diversi saggi. Dotti è anche il promotore dell'Appello "Abbiamo un sogno"(www.abbiamounsogno.it) che ha raccolto migliaia di adesioni on-line anche da parte di importanti esponenti della società civile italiana.

 

«La classe dirigente del nostro paese non rappresenta più da tempo il valore reale della nostra società sui temi della democrazia, dell’ecologia e dei beni comuni – ha commentato Michele Dotti a margine della propria nomina-. Noi crediamo che sia ora per la società civile di esprimere una propria rappresentanza all'interno delle Istituzioni, a tutti i livelli, affinché le elaborazioni e le proposte delle sue diverse anime (ecologista, pacifista, della solidarietà, della legalità...) possano trovare voce e contribuire a risollevare il nostro paese, restituendo dignità e speranza ai tanti che oggi guardano al futuro con disperazione. Intendiamo promuovere la partecipazione attiva di tutti i cittadini – continua il neo-portavoce - affinché possa emergere, dal basso, una visione alternativa rispetto a quella dominante, che sappia fondere sostenibilità ambientale ed equità sociale, per dare risposte concrete ai problemi di oggi e con un'attenzione particolare anche alle generazioni future».

 

Mary Luppino, classe '68 è giornalista pubblicista ed esperta di comunicazione. Dirige diversi periodici locali ed è da sempre impegnata nel volontariato e nell'associazionismo Slow Food, Libera e Legambiente  e coordinatore del movimento civico Noi Cento. Nel 2011 la Luppino ha ottenuto un risultato lusinghiero come candidata sindaco a Cento, la città emiliana che ha dato i natali al Guercino.

 

«In un momento come questo dove i partiti godono di bassissima fiducia e considerazione, presentare un altro soggetto politico nazionale può sembrare anacronistico – aggiunge la portavoce, fresca di nomina - ma Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei, possono - se sapranno radicarsi sul territorio - proporre una speranza, un sogno, un progetto che non sia subalterno al modello politico ed economico che ci hanno imposto finora e che è la causa della crisi che stiamo vivendo.  La mia esperienza di candidato sindaco – continua la Luppino - con una campagna elettorale completamente autofinanziata dai cittadini e con tutti i grandi partiti contro, è stata la mia personale “cartina di tornasole” che dimostra che il  progetto Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei è possibile.  In questo periodo sono impegnata nella campagna elettorale di una città importante come Taranto, a sostegno di Angelo Bonelli che è candidato sindaco. Qui da sempre la salute viene barattata con il lavoro; noi vorremmo garantire – conclude la portavoce - lavoro, dignità e salute, un ambiente sano dove far crescere i propri figli e questo non è un sogno, si può fare, solo se cominciamo a lavorare per un’economia sostenibile e solidale che di certo non è il portato dei politici che ci governano oggi. Noi vogliamo e siamo in grado di colmare questo vuoto”.  


Lunedì 16 aprile 2012

K2_DATE_FORMAT_LC2

STOP F-35!

Incontro con FLAVIO LOTTI
Coordinatore nazionale TAVOLA per la PACE
Mercoledì 18 aprile - ore 20.30
Centro civico Lugo Sud
Lugo - Via Rivali San Bartolomeo, 2 (ex palazzina Cepal)

Con le manovre di bilancio del 2011-2012, per pareggiare i conti dello Stato, si chiedono forti sacrifici agli italiani con tagli agli enti locali, alla sanità, alle pensioni, all’istruzione, mentre il Governo mantiene l'intenzione di procedere all’acquisto dei cacciabombardieri d'attacco F-35 “Joint Strike Fighter”.

Dal 2007 al 2012 i fondi destinati dall'Italia a settori come sanità, istruzione, politiche sociali, non autosufficienza, giovani, si sono ridotti da 1,595 miliardi di € a 0,193.

I tagli agli enti locali e alle Regioni, nel periodo 2011-2013, superano i 33 miliardi di €.

Eppure nel 2012 l'Italia spenderà 23 miliardi di € per la difesa.

Ma non basta. Quello del caccia F-35 è un programma che ad oggi è costato già 2,7 miliardi di € e altri 15 nel caso in cui vengano acquistati i 131 previsti (almeno 10 miliardi se verranno “ridotti” a 90). A questi si devono sommare un costo d’uso e di manutenzione valutato in oltre 40 miliardi di €.

Il progetto F-35 è il più costoso della storia e anche gli altri paesi partner, come Norvegia, Paesi Bassi, Australia, Canada, stanno avanzando critiche o, come, la Gran Bretagna, ipotesi di cancellazione dell'acquisto. L'Italia, tra l'altro, partecipa anche al costoso sviluppo e acquisto dell'aereo europeo EuroFighter Typhoon.

Con 15 miliardi di € che si risparmierebbero cancellando, senza penali, l'acquisto degli F-35 si potrebbe, ad esempio: costruire 2.000 nuovi asili nido pubblici, mettere in sicurezza le oltre 10.000 scuole pubbliche che non rispettano la legge sulla sicurezza e le normative antincendio, garantire un'indennità di disoccupazione di 700 € per sei mesi ai lavoratori parasubordinati che perdono il posto di lavoro.

Una recente ricerca dell’Università del Massachusetts ha calcolato: con un investimento di 1 miliardo di $ nella difesa, si ottengono 11.000 nuovi posti di lavoro; 17.000 se viene impegnato nelle energie rinnovabili; 29.000 nel settore dell’educazione. Noi cosa vogliamo fare?

Ecologisti e Civici Bassa Romagna

Care amiche e cari amici promotori del "Manifesto per un soggetto politico nuovo per un'altra politica nelle forme e nelle passioni", abbiamo letto con attenzione e grande interesse il vostro appello, nel quale ci riconosciamo in pieno.

Come sapete, abbiamo anche noi avviato da tempo un percorso costituente per un nuovo soggetto politico ecologista e civico, all'origine del quale sono gli appelli "Io cambio" http://www.ecologistiecivici.it/i-nostri-appelli/appello-io-cambio.html e "Abbiamo un sogno" http://www.ecologistiecivici.it/i-nostri-appelli/appello-abbiamo-un-sogno.html che diversi di voi hanno sottoscritto.

L'intento del nostro percorso è quello di "arrivare alla costituzione di un soggetto politico nuovo, con ambizioni di governo" partendo dalla consapevolezza "di essere giunti alla fine del paradigma dello sviluppo e della crescita infinita" e dalla necessità di proporre un modello non solo politico, ma anche culturale ed economico, alternativo a quello attuale e capace di rispondere concretamente alle sfide che la storia ci pone dinnanzi e che anche voi avete così chiaramente indicato nel vostro Manifesto.

(Potete trovare qui la nostra carta d'intenti: http://www.ecologistiecivici.it/carta-degli-intenti.html)

A tale scopo abbiamo avviato da tempo un percorso realmente partecipato e sperimentiamo ogni giorno la difficoltà e la fatica di passare dalle parole ai fatti. Abbiamo una leadership plurale e a parità di genere, caratteristiche che consideriamo una ricchezza.

Il paese ha già dimostrato, con i risultati referendari, di essere molto più avanti della classe dirigente che lo rappresenta sui temi della democrazia, dell'ecologia e dei beni comuni. La vicenda TAV, così come il tema dell'acqua pubblica, le privatizzazioni, le logiche liberiste imperanti -distruttrici di diritti, salute e posti di lavoro, oltre che della speranza in un futuro migliore per i nostri giovani- hanno più volte sollevato vasti movimenti popolari spontanei, orfani però di una classe politica credibile, coesa e all'altezza della difficile situazione.

Nel vostro manifesto leggiamo la volontà, da noi condivisa, di rispondere a questa necessità del paese avviando un percorso partecipativo aperto, al quale riteniamo di poter offrire un contributo significativo attraverso la prospettiva ecologista, all'interno comunque di una visione plurale che sappia integrare i diversi paradigmi culturali, facendo della diversità un valore.

Per questo vi chiediamo un incontro a breve per aprire un dialogo che speriamo fecondo, fondato sulla fiducia e sulla stima reciproca, nella consapevolezza dei limiti di ciascuno di noi, ma certi anche che -come recita un proverbio africano- "quando le formiche uniscono le loro bocche possono trasportare un elefante".

Un caro saluto e a risentirci presto,

Angelo BONELLI, Michele DOTTI, Domenico FINIGUERRA, Brigitte FOPPA, Mary LUPPINO, Violante PALLAVICINO, Giuliano TALLONE, Luana ZANELLA

Comitato di Coordinamento politico di "Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei"

Sabato 14 e Domenica 15 Aprile 2012

Seconda Assemblea Nazionale dei Giovani Verdi A PIOPPI (SALERNO)

 

Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano


La seconda assemblea nazionale dei Giovani VERDI

 

si terrà in Campania a PIOPPI(Salerno), in uno dei paesi Slow e sede mondiale della dieta mediterranea, inoltre mare e spiagge si sono aggiudicate

 

la bandiera blu europea 2011

 

Pioppi è uno dei paese del Comune Pollica, tristemente famoso alla cronaca per l'omicidio di stampo mafioso del Sindaco Ambientalista Angelo Vassallo.

 

Grazie ad Angelo Vasallo il comune turistico campano per raccolta differenziata ha raggiunto la percentuale del 70% con un'attenta autogestione del ciclo rifiuti.

 

Il comune di Pollica è diventato anche il primo comune sulla costa Cilentana ad attivare il sistema depurativo e ottimizzare il ciclo integrato delle acque mediante la gestione diretta degli impianti di depurazione garantendo il trattamento dei reflui

 

urbani anche ai comuni limitrofi.

 

Pertanto l' assemblea a Pioppi dei Giovani Verdi Italiani, sarà sicuramente fonte d'ispirazione per noi e per le nostre realtà locali.

 

Un'occasione non solo per ritrovarsi ma anche per collaborare e confrontarsi .

 

L'intento di questa assemblea è infatti quello di stimolare la mente e i cuori a riflettere sull'importanza del nostro ruolo come Giovani verdi e ecologisti Italiani sviluppando campagne anche i prospettiva delle amministrative della settimana di studio prevista per l'estate 2012 Ringraziandovi già da ora per la collaborazione, che siamo certi che darete, per la migliore riuscita dell'assemblea, speriamo di cuore di vedervi tutti numerosi, sabato 14 e 15 aprile a Pioppi!

 

Un abbraccio,

 

Elisa Scarano Co Presidente Nazionale Giovani Verdi

 

Massimiliano Mazzola Co Presidente Nazionale Giovani Verdi

 

 

 

Ordine dei lavori

 

Programma:

 

SABATO

 

h 10,00 (Sala castello Vinciprova-Pioppi)

 

Apertura lavori

 

Relazione introduttiva di Massimiliano Mazzola e Elisa Scarano (Co - Presidenti Nazionali Giovani Verdi) h 10,45

 

Intervento e saluti di Jakob C. SchwarzJ (Presidente Nazionale Giovani Verdi Europei FYEG)

 

h 11.30

 

- Prentazione delle campagne e approfondimento

 

- Elezioni 2012 supporto dei Giovani Verdi al Partito ecologista e reti Civiche e al Giovane Verde Co.Presidente Massimiliano Mazzola Candidato alle Elezioni Comunali di Palermo

 

h 13:00

 

Pausa

 

h14:00

 

ripresa dei lavori

 

h16:00

 

Votazione del simbolo

 

h 17:30

 

Visita Commemorativa ad Acciaroli nel luogo dove e' stato rinvenuto il Corpo del Sindaco Angelo Vassallo ucciso dalla mafia il 5 settembre 2010

 

DOMENICA

 

h 9,30(Sala castello Vinciprova-Pioppi)

 

Apertura lavori

 

Relazione introduttiva di Massimiliano Mazzola e Elisa Scarano (Co - Presidenti Nazionali Giovani Verdi) h 10,45

 

Intervento e saluti da parte di rappresentati istituzionali delle varie realtà locali(wwf,Parco di diano ecc)

 

h 11.30

 

Inizio gruppi di lavoro

 

e idee per la settimana vacanza studio prevista per l'estate 2012

 

h 13:00

 

Pausa

 

h14:00

 

ripresa dei lavori

 

h16

 

presentazione del nuovo simbolo giovani verdi

 

resoconto dei gruppi di lavoro

 

h 18:30

 

chiusura dell' assemblea

 

NB.

 

(Il contenuto dell'asseblea potrebbe pertanto subire delle variazioni)

 

 

 

COME RAGGIUNGERE PIOPPI

 

Il modo migliore per raggiungere Pioppi e decisamente il treno o la macchina

 

In treno:

 

Sulla linea nazionale (FS) Roma - Reggio Calabria, si può scendere alla stazione di Vallo della Lucania o di Ascea entrambe a circa 7 km, quindi nel caso arrivate in treno fatecelo sapere in maniera da venirvi a prendere alla stazione: ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 

Per chi parte dal Nord in treno si consiglia il treno fino a Salerno (ci arriva anche il poco ecosostenibile Freccia Rossa)poi regionale fino alle stazione di Ascea.

 

In autostrada:

 

Seguendo l'autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria, uscire a Battipaglia o Eboli e seguire la SS18 in direzione Sapri fino a giungere a Vallo Scalo. Poi seguire le indicazioni per Pioppi.

 

In aereo:

 

L'aeroporto internazionale più vicino è quello di Capodichino - Napoli (150 Km). L'aeroporto di Pontecagnano (70 Km) è attrezzato per voli leggeri

 

DOVE ALLOGGIARE

 

Abbiamo fatto una convezione per 3 appartamenti con sistemazione in camere doppie, triple. singole

 

a 15 € al giorno, nel caso servisse un quarto appartamento, verebbe 20 euro al giono.

 

Gli appartamenti sono confortevoli, praticamente sulla spiaggia, ci sono due cucine messe a disposizione, inoltre sono forniti di coperte, lenzuala e asciugamani(per i più frettolosi consiglio di portarsi una coperta in più)

 

Inoltre per cena o pranzo c'è a disposizione un menù da 10-15€ presso la cucina del

 

proprietario degli appartamenti, con menù tipo cilentano fatto dovute eccezioni o con menu vegetariano/vegano nel possibile sempre in stampo cilentano! pagamento in loco, per pranzo a sacco meglio fornirsi presso un alimentari o usare la cucina degli appartamenti.

 

Per chi invece desidera stare in Hotel l'unico aperto in quella stagione è l' Hotel La vela con un prezzo di 45 euro al giorno copreso la colazione

 

 

 

http://www.lavelapioppi.com/

 

Per prenotazioni e info alloggio in appartamento scrivere a:

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


SABATO 3 MARZO

 

A FIANCO DEL COMITATO "Fermiamo Green Hill"

Roma, 20 febbraio 2012. Sabato 3 marzo i giovani ecologisti italiani saranno al fianco di tutte quelle donne e quegli uomini che stanno lottando per abolire la vivisezione e per chiudere per sempre l'allevamento-lager Green Hill di Montichiari (Bs). Quel giorno la manifestazione "Fermiamo l'Italia per fermare Green Hill" sarà l'occasione per ribadire alle Istituzioni nazionali ed europee, troppo spesso sorde agli urli strazianti dei tanti animali torturati e uccisi in nome della scienza, il no alla vivisezione.

Ogni mese – si legge in una nota del comitato - 250 cuccioli di beagle partono da Green Hill e finiscono nei laboratori di tutta Europa; ma queste sono soltanto alcune delle vittime dell'industria farmaceutica, che continua a provocare dolori e sofferenze a tutti quegli animali costretti nei centri di ricerca, che prima o poi vengono mutilati e uccisi. Ciò che ci troviamo a dover spiegare da anni è che la vivisezione non solo è legale, ma è anche finanziata da soldi del governo, perpetrata da personaggi di spicco che ottengono spazi sui media, sostenuta dal Ministero della Sanità, effettuata spesso in università, ospedali e altri centri di ricerca pubblici. Ciò che rende possibile tutto questo è il silenzio abilmente generato attorno a questo orrore.

Se l'urlo di dolore degli animali non riesce a superare il muro di silenzio e farsi udire, sta a noi amplificarlo e renderlo udibile a tutti. Per noi giovani ecologisti da sempre contrari alla vivisezione, l'abolizione di questa crudeltà deve diventare al più presto una questione politica al riparo da qualsiasi strumentalizzazione.

I Giovani Verdi Italiani per gli Ecologisti e le reti civiche

 

Gli Ecologisti, Reti Civiche e Verdi Europei hanno aderito alla campagna promossa da Sbilanciamoci, Tavola della Pace e Rete Italiana Disarmo per chiedere al Governo di non procedere all'acquisto dei cacciabombardieri Joint Strike Fighter F-35 e sabato 25 Febbraio parteciperanno a '100 Piazze contro i caccia F-35'.

Cancellando l'acquisto dei 90 F-35 rimasti si potrebbero costruire 300mila km di pista ciclabile; acquistare 45 mila autobus ecologici; acquistare 4.200 treni per i pendolari; effettuare l'adeguamento strutturale di 29.000 scuole in zona a rischio sismico; costruire 142 km di metropolitana leggera (su modello di Torino)".
Ecologisti, Reti Civiche – Verdi Europei

Incontro-corso-progettazione con dibattito per chi vuole "fare rete" per cambiare l'Italia lavorando su campagne comuni nel rispetto delle specificità di ciascuno.

Il governo dei tecnici avanza spedito e i partiti tradizionali non sembrano capaci di dare alternative essendo ostaggi (...o tappetini?) di parole come crescita, spread e gradimento dei mercati.

Occorre agire! Unisciti a noi!

A novembre 2011 con l'incontro "Nuove frontiere per la società civile" tenutosi a Marina di Massa abbiamo definito alcune aree di lavoro in cui effettuare campagne comuni per lavorare insieme nel rispetto delle specificità di ogni gruppo e abbiamo anche stabilito che ci può essere collaborazione tra i nuovi movimenti politici.


Le aree che allora sono state individuate sono:

- democrazia diretta e nuova legge elettorale,

- difesa del paesaggio/grandi opere,

- problema del debito/finanza/spese militari,

- creazione di occupazione sostenibile,

- tutela dei beni comuni e sostegno/seguito ai referendum del 2011,

- corsi su come fare politica dal basso/formazione di liste civiche.

Su molti di questi temi ora siamo in grado di presentare concrete campagne che hanno forti relazioni sinergiche tra loro.

Una fase fondamentale è quindi quella di preparare il maggior numero di enti/gruppi e creare un insieme di "moltiplicatori" che tornino a casa con la voglia di contaminare i loro territori con nuove visioni, con la voglia di parlare e coinvolgere tutte quelle persone che sono escluse da internet e che si bevono la narrazione della sola TV.

Abbiamo quindi pensato ad alcune occasioni di formazione e quella del 2-3-4 marzo è la prima.

I temi che affronteremo sono la nonviolenza come modalità che deve caratterizzare la nostra azione politica e 3 campagne ormai strutturate che sono: la tutela del territorio, l'audit dal basso del debito e la finanza, la democrazia diretta e il lavoro visto che marzo sarà un mese strategico in tal senso.

Ricordiamo che:

- non abbiamo, non vogliamo una ideologia che interpreti tutto. Vogliamo agire sulla base di ciò che constatiamo e che possiamo cambiare in meglio da subito.

- occorre un grandissimo sforzo di tipo culturale per riavvicinare gli italiani alla Politica e ai temi importanti come la partecipazione democratica

- non vogliamo creare un movimento unico e verticistico, bensì una rete tra soggetti simili per lavorare insieme e in modo da creare fiducia reciproca.

Ti aspettiamo quindi all'incontro nazionale di Marina di Massa il'2-3-4 marzo 2012. Le informazioni logistiche saranno a breve sul sito www.riprendiamociilfuturo.it dove sarà anche possibile registrarsi.

 

PROGRAMMA

Venerdì

pomeriggio e sera - accoglienza e prime presentazioni, preparazione dei banchetti espositivi

Sabato

Tema della giornata. Fare politica con la nonviolenza / presentazione delle campagne nazionali su: democrazia diretta, la tutela del territorio, lavoro.

Mattina ore 9 – 13.10

Temi: La nonviolenza

La tutela del territorio: una campagna sperimentale contro le grandi opere inutili

9.15 – 10.00 La nonviolenza come strumento base per l'attività politica del futuro: dalla teoria alla pratica - Nanni Salio – Centro Sereno Regis

10.00 – 10.15 L'esperienza nonviolenta dei NO TAV - Alberto Perino -tra gli ispiratori del Movimento NO TAV Val di Susa

10.15 – 10.30 L'alleanza tra i cittadini, le istituzioni locali e il lavoro: dal successo del movimento NO TAV alle nuove politiche - Nilo Durbiano Sindaco di Venaus efuoriuscito dal PD

10.30 – 11.00 domande e considerazioni del relatori

11.00 – 11.20 Pausa caffé

11.20 – 11.50 Le grandi opere: costi e benefici - Angelo Tartaglia - Docente del Politecnico di Torino e consulente dell'Osservatorio tecnico ministeriale della Torino Lione -Da confermare

11.50 – 12.10 Presentazione della campagna "Ferma la banca che distrugge il territorio": 16 marzo – No Banca Intesa Day - un esperimento di voto con il portafoglio - Roberto Cuda – (Gruppo www.vizicapitali.org )

12.10 – 13.00 domande risposte e considerazioni dei relatori

13.10 – 14.20 Pranzo a basso impatto con cibo biologico e di filiera corta

14.20 – 14.40 Presentazione della campagna 2012 per la tutela del territorio - Maurizio Bongioanni – Forum Italiano dei movimenti per la tutela del paesaggio

14.40 - 14.50 domande e risposte

14.50 – 15.10 Presentazione della campagna 2012 di raccolta firme "Quorum zero più democrazia" per il progetto di legge sulla democrazia diretta Annamaria Macripò (Associazione Art 53) da confermare

15.10 – 15.20 domande e risposte

15.20 – 15.40 Aggiornamenti sulla legge elettorale relatore da confermare

15.40 – 16.00 domande e risposte

16.10 – 16.20 Pausa

16.20 – 16.40 Mancano le risorse o manca una riforma fiscale?Anna Paschero (Associazione articolo 53) da confermare

16.40 – 17.00 Considerazioni sull'art 18 dello statuto dei lavoratori – (Esperto di lavoro da confermare)

17,00 – 18.10 domande e risposte

18.10 – 18.30 Raccolta di idee per scambiare esperienze su modalità efficaci per coinvolgere i cittadini e per attirare l'attenzione sulle campagne. Brain storming su possibili date significative eventi Come comunicare in modo coordinato tra noi. Scambio di proposte

18.30 - 19.45 In gruppi di lavoro divisi per 4 o 5 gruppi tematici costituiti da attivisti provenienti da gruppi diversi per approfondire i temi della giornata

Ore 19.45 – cena a basso impatto con cibo biologico e di filiera corta

Sera – relax, chiacchiere, discussioni ed eventuale continuazione dei gruppi di lavoro

Domenica

Tema della mattina: il problema del debito / smitizzare i mercati e la finanza

9.00 – 9.40 La crisi finanziaria dalla finanza agli stati (Andrea Baranes – Fondazione Banca Etica)

9.40 – 10.10 Presentazione della campagna sull'audit del debito: conoscere per uscire dal ricatto delle parole - Antonio Tricarico, – (Campagna per la riforma della Banca Mondiale)

10.10 – 10.45 domande di chiarimento e risposte del relatore

10.45 – 11.00 Pausa

11.00 - 13.00 Interventi dei partecipanti sulle campagne e su come pianificare il lavoro del 2012. Valutazioni su come organizzarci per lavorare insieme

13.15 – 14.45 Pranzo con cibo biologico e di filiera corta