CONSULTAZIONE SUL SIMBOLO DELLA NUOVA RETE FEDERATA ECOLOGISTA E CIVICA

CIRCOLIPrimarie del Simbolo: Risultati | Materiali

 

puntatoreENTRA...

 

CIRCOLI TERRITORIALI

CIRCOLIAttività dei Circoli:
Composizione, cosituzione e attività dei Circoli...

puntatoreENTRA...

 

MATERIALI

materialiScarica Manifesti | Simbolo | Moduli | Volantini...


puntatoreENTRA...

APPUNTAMENTI

LINK UTILI

LINK UTILI

puntatoreENTRA...

Martedì 28 Febbraio 2012 14:07

CONTRO LE ATROCI SOFFERENZE DI MIGLIAIA DI ANIMALI INNOCENTI

Autore:  Amministratore

SABATO 3 MARZO

 

A FIANCO DEL COMITATO "Fermiamo Green Hill"

Roma, 20 febbraio 2012. Sabato 3 marzo i giovani ecologisti italiani saranno al fianco di tutte quelle donne e quegli uomini che stanno lottando per abolire la vivisezione e per chiudere per sempre l'allevamento-lager Green Hill di Montichiari (Bs). Quel giorno la manifestazione "Fermiamo l'Italia per fermare Green Hill" sarà l'occasione per ribadire alle Istituzioni nazionali ed europee, troppo spesso sorde agli urli strazianti dei tanti animali torturati e uccisi in nome della scienza, il no alla vivisezione.

Ogni mese – si legge in una nota del comitato - 250 cuccioli di beagle partono da Green Hill e finiscono nei laboratori di tutta Europa; ma queste sono soltanto alcune delle vittime dell'industria farmaceutica, che continua a provocare dolori e sofferenze a tutti quegli animali costretti nei centri di ricerca, che prima o poi vengono mutilati e uccisi. Ciò che ci troviamo a dover spiegare da anni è che la vivisezione non solo è legale, ma è anche finanziata da soldi del governo, perpetrata da personaggi di spicco che ottengono spazi sui media, sostenuta dal Ministero della Sanità, effettuata spesso in università, ospedali e altri centri di ricerca pubblici. Ciò che rende possibile tutto questo è il silenzio abilmente generato attorno a questo orrore.

Se l'urlo di dolore degli animali non riesce a superare il muro di silenzio e farsi udire, sta a noi amplificarlo e renderlo udibile a tutti. Per noi giovani ecologisti da sempre contrari alla vivisezione, l'abolizione di questa crudeltà deve diventare al più presto una questione politica al riparo da qualsiasi strumentalizzazione.

I Giovani Verdi Italiani per gli Ecologisti e le reti civiche

Lascia un commento

Inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*).