Martedì 11 Settembre 2012 16:42

COMUNICATO STAMPA - REFERENDUM LAVORO: ECOLOGISTI E CIVICI PRONTI PER RACCOLTA FIRME

Autore:  Stefania Lopedote
Valuta questo articolo
(1 Vota)

Ripristinare articolo 18 e costruire un polo per il bene comune, civico ed ecologista

“Non è dalla cancellazione dei diritti che possono nascere prospettive di speranza per il nostro paese, né - come dimostrano drammaticamente i fatti - maggiori opportunità di lavoro”. Così Mary Luppino, co-portavoce nazionale di ‘Ecologisti e Reti Civiche – Verdi Europei’, ha commentato oggi la presentazione in Cassazione dei quesiti referendari per il ripristino dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, alla presenza di Angelo Bonelli, presidente nazionale dei Verdi e membro del coordinamento politico di Ecologisti e Civici, e dei leader IdV, SEL e Federazione della Sinistra.

“Come ‘Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei’ – continua la Luppino - condividiamo e appoggiamo pienamente il Referendum depositato oggi insieme a molte altre forze politiche e della società civile, per ripristinare l'art.18 dello Statuto dei Lavoratori e i diritti minimi e universali previsti dal contratto nazionale di lavoro”.

“Consideriamo positivo – ha aggiunto Michele Dotti, co-portavoce di ‘Ecologisti e Reti Civiche – Verdi Europei’ - che ancora una volta intorno allo spirito referendario si siano riunite tante realtà diverse, espressione di culture politiche differenti ma accomunate dalla volontà di difendere e promuovere insieme il bene comune, come già accaduto in occasione dei quesiti sull'acqua pubblica e contro il nucleare, ai quali 27 milioni di italiani hanno dato lo scorso anno il proprio sostegno entusiasta. Crediamo che questo sia un segnale importante da cogliere, - continua Michele Dotti - un indizio di quello che potrebbe essere il possibile baricentro politico e culturale di un futuro polo per il bene comune, civico ed ecologista, al quale noi siamo pronti a partecipare attivamente.”

“Sosterremo attivamente la raccolta delle firme" – hanno concluso Dotti e la Luppino che hanno sottolineato la necessità di "creare un’alternativa concreta alle politiche neoliberiste di questo Governo Monti, che stanno cancellando in pochi mesi le conquiste che i nostri padri e nonni hanno ottenuto in decenni di lotte e di impegno sociale”.

Ultima modifica Martedì 11 Settembre 2012 17:04

Lascia un commento

Inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*).