Mercoledì 03 Agosto 2011 12:31

Consiglio dei ministri, sì al codice antimafia

Valuta questo articolo
(0 voti)

LE NUOVE NORME

La legge in vigore dal 7 settembre. Maroni: «Ringrazio Alfano».

L'annuncio l'ha dato il ministro dell'Interno Roberto Maroni: «Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il codice delle leggi antimafia e le misure di prevenzione. Si tratta di un provvedimento molto importante e colgo l'occasione per ringraziare l'ex ministro della Giustizia Angelino Alfano che ha lavorato al provvedimento».
Roberto Maroni lo ha dichiarato in una conferenza stampa a palazzo Chigi,  insieme al neo Guardasigilli Francesco Nitto Palma.
ACCOLTENTATO IL PARLAMENTO. «Il codice antimafia entrerà in vigore definitivamente il 7 settembre» ha detto al termine del consiglio dei ministri il titolare della Giustizia. Nitto Palma ha sottolineato che «sono stati accolti i desiderata del Parlamento» visto che sono state accolte 11 delle 21 modifiche «avanzate nei pareri delle commissioni parlamentari e dal comitato di coordinamento».
È stata anche accolta, ha sottolineato il Guardasigilli, «la richiesta di stralcio dei primi dieci articoli» per i
quali a settembre «sarà varato un disegno di legge».
LITIGHEREMO IN AMICIZIA. Poi Nitto Palma ha ironizzato sui rapporti con il ministro dell'Interno, che le indiscrezioni vorrebbero tesi. «Voglio puntualizzare che la mia nomina a ministro della Giustizia non mi impedirà di litigare quotidianamente con il ministro Maroni, con il quale continueremo a litigare con la stessa amicizia e la stessa sintonia che abbiamo avuto al ministero dell'Interno, lui come ministro dell'Interno, io come ministro della Giustizia».
 

Mercoledì, 03 Agosto 2011


Lascia un commento

Inserire i campi obbligatori contrassegnati con (*).